SALVARSI CON IL DAO. Una storia di alberi

SALVARSI CON IL DAO. Una storia di alberi

Il Dao ci può aiutare in questa grave emergenza ambientale? A cui ci sembra di non potere dedicare almeno uno spazio ora, in questo momento storico… Chuang Tzu, una delle voci più autorevoli del Dao (Tao), sapeva come vivere in armonia con la natura. La via del Dao è stata un’importante antenata dello Zen. Molti studiosi sostengono che discepoli del Buddha, giunti in Cina, non rimasero indifferenti ed estranei ad alcuni aspetti del Tao prima di dare origine al cosiddetto Buddhismo Chàn, poi divenuto “Zen” in Giappone, per una trasformazione fonetica. Non possiamo diventare tutti eremiti taoisti, tuttavia possiamo imparare molto da chi, già tra il VI e il III secolo a. C., conosceva i rischi dell’eccessivo sfruttamento della natura di cui siamo parte, per usi spesso vani e superflui .

La lettura è tratta dal Chuang Tzu (Zhuangzi). Urra, 2012.  Capitolo IV, “Nel mondo umano”, pag. 37. Traduzione e cura di Augusto Shantena Sabbadini. Lo ringraziamo per la bella traduzione dei tre classici del Dao per la stessa Casa Editrice, Chuang Tzu, Lao Tsu, e Lieh Tzu, che consigliamo. Speriamo di potere prima o poi reperire le trasmissioni in onda su Radio 3 su questi argomenti e di dare qui spazio al testo, con nostro dispiacere, meno noto e trattato, il Lieh Tzu .

L’albero in evidenza nel video è una Catalpa, menzionata nella lettura. Albero originario dell’Asia Orientale ma anche dell’America Settentrionale. Può essere grande ombra per molte specie di uccelli raggiungendo un’altezza dai 12 a i 18 metri e 6-12 metri di larghezza.

Lettura di Aldo Bernabini.

(Stamane ho visto un bambino che camminava verso la scuola, portava nella mano un bellissimo palloncino a forma di delfino, che, per un suo breve piacere, diventerà un rifiuto difficilmente riciclabile per molti, molti anni…potremmo dare ai nostri bambini altri piaceri? Potremo noi e i nostri giovani inventarci un’economia davvero pulita da cima a fondo?

Cristiana Munzi)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *